Sospensione dei contributi Inps e Inail Covid-19 per i mesi di aprile e maggio: chi può fare domanda, requisiti e codici Uniemens. La sospensione totale o la chiusura dell’attività lavorativa consentono anche la sospensione dell’obbligo contributivo verso l’Inps? Contributi INPS senza proroga: il 16 novembre 2020 è la scadenza della terza rata dei contributi fissi dovuti dai titolari di partita IVA iscritti alla gestione separata artigiani e commercianti. Stampa 1/2016. Inps: sospensione dei tributi per artigiani e commercianti Per artigiani e commercianti che hanno beneficiato della sospensione dei contributi INPS in scadenza il 18 maggio 2020 è richiesta la presentazione di un’apposita domanda. I contributi dei commercianti e degli artigiani, in alcuni casi, possono essere ridotti. L’INPS ha chiarito, nel comunicato stampa di oggi, che la scadenza del 18 maggio inclusa nella sospensione dei contributi interessa anche titolari, soci, artigiani e commercianti. Il Tribunale di Firenze, invece, ha ritenuto non tassative le ipotesi previste nella circolare, ricordando peraltro che circolari, messaggi e note dell’Inps non sono fonti normative, cioè non hanno forza di legge: di conseguenza, la sospensione del versamento dei contributi è possibile anche in ulteriori ipotesi, purché manchi l’esercizio di qualsiasi attività lavorativa, unico presupposto individuato dalla legge che determina l’insorgere dell’obbligo contributivo [3]. Sospensione pagamento dei contributi previdenziali fissi INPS IVS commercianti ed artigiani, anche retroattiva con annullamento cartelle esattoriale dell'Agenzia delle Riscossioni mai saldate. ROMA – L’Inps precisa che la sospensione dell’obbligo del versamento riguarda anche i contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con scadenza 18 maggio 2020 (I rata contribuzione sul minimale anno 2020) in presenza dei requisiti di cui ai commi da 1 a 5 dell’articolo 18 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23. This video is unavailable. INPS-Circolare-17Feb2020_28_contributi-artigiani-e-commercianti-2020.pdf - Accedi Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati. Contributi sospesi COVID-19: proroga scadenza domanda. FOTO. Nel medesimo messaggio sono presentati anche i codici da inserire nel modello. Contributi sospesi per COVID-19: la scadenza della domanda per l’adesione e la richiesta di rateizzazione è stata prorogata al 30 ottobre 2020, dopo che inizialmente era già slittata al 30 settembre. La proroga dei contributi del decreto liquidità e del decreto rilancio non è stata indistintamente concessa a tutti. La scadenza per il versamento dei contributi sospesi (Rata fisso Inps Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, ente a cui è affidata la gestione pensionistica italiana. Per quanto riguarda la contribuzione obbligatoria dei liberi professionisti, di solito non ci sono problemi per gli iscritti alla gestione Separata: i contributi sono in effetti dovuti soltanto sui guadagni, a consuntivo. Come inviarla a INPS, Il Reddito di Cittadinanza come lo conosciamo oggi potrebbe non esistere più, Contributo a fondo perduto decreti Ristori: come funziona, beneficiari e codici ATECO, Pensione nel 2021: guida al calcolo dell’assegno, Bonus telefono, pc o tablet in Legge di Bilancio 2021: come funziona il “kit digitalizzazione”. Inps: sospensione dei contributi artigiani e commercianti. Contributi sospesi COVID-19: proroga scadenza domanda di rateizzazione. La comunicazione della sospensione interrompe l’obbligazione contributiva verso le gestioni Inps Artigiani e Commercianti. Contributi INPS sospesi, scadenza del 16 settembre 2020 con obbligo di comunicazione. Sono numerose, negli ultimi tempi, le aziende che vorrebbero sospendere il pagamento dei contributi previdenziali, almeno per un periodo; i costi della contribuzione, infatti, sono sempre più pesanti e soprattutto, per quanto riguarda artigiani e commercianti, sono dovuti anche se non si è guadagnato nulla, nel corso dell’anno.. Contributi INPS artigiani e commercianti sul reddito minimale: le scadenze da ricordare. Per i contributi sospesi a causa del COVID-19, le aziende, artigiani, commercianti e iscritti alla Gestione separata INPS che vogliano presentare domanda di rateizzazione del pagamento, la scadenza è stata prorogata al 30 ottobre 2020. L’Inps, considerato l’imminente termine di versamento del 16 novembre 2020, non ha fatto ancora alcuna chiarezza in merito alla poca chiarezza dell’art. Salve, avrei un dubbio che l’articolo non mi chiarisce. L’Inps precisa che la sospensione dell’obbligo del versamento riguarda anche i contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con scadenza 18 maggio 2020 (I rata contribuzione sul minimale anno 2020) in presenza dei requisiti di cui ai commi da 1 a 5 dell’articolo 18 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23. Contributi INPS artigiani e commercianti, la scadenza della terza rata dei contributi fissi è ancorata alla data del 16 novembre 2020. È quanto specificato, qualche anno fa, da un’importante sentenza del Tribunale di Firenze [1]. I soggetti iscritti all’INPS, eccetto i coltivatori diretti, devono determinare l’ammontare dei propri contributi previdenziali nella dichiarazione dei redditi. Contributi artigiani e commercianti de : ISBN: 9788881155651 sur amazon.fr, des millions de livres livrés chez vous en 1 jour E inoltre, la comunicazione con ComUnica può essere fatta retroattivamente entro i sei mesi? Per approfondire: Riduzione contributi Inps artigiani e commercianti 2018. SOSPENSIONE CONTRIBUTI INPS MAGGIO 2020 – I BENEFICIARI. Le aliquote contributive che devono essere applicate sul reddito degli artigiani e dei commercianti, per il 2018 sono pari al: Il reddito minimale sul quale la contribuzione deve essere versata è pari, come abbiamo già esposto, a 15.710 euro; di conseguenza il contributo minimale obbligatorio da liquidare ammonta a: Se il reddito eccede il minimale di 15.710 euro annui, si applicano le aliquote contributive esposte nel paragrafo precedente, sino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari, per il 2018, all’importo di 46.630 euro. Sospensione del versamento di oggi 18 maggio per artigiani e commercianti. Si legge nel medesimo: “Si fa seguito ai messaggi n. 2871 del 20 luglio 2020 e n. 3274 del 9 settembre 2020 per comunicare che l’istanza di sospensione del versamento dei contributi in oggetto, utile anche ai fini dell’avvio della rateizzazione secondo le modalità di cui all’articolo 97 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, può essere trasmessa fino al 30 settembre 2020.”. L’Inps precisa che la sospensione dell’obbligo del versamento riguarda anche i contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con scadenza 18 maggio 2020 (I rata contribuzione sul minimale anno 2020) in presenza dei requisiti di cui ai commi da 1 a 5 dell’articolo 18 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23. Considerando che l’aliquota contributiva è pari al 24% per gli artigiani e al 24,09% per i commercianti, ogni anno questi lavoratori pagano all’Inps, rispettivamente, almeno 3.777,84 euro (3.770,40 contributo invalidità vecchiaia e superstiti, più 7,44 contributo maternità), se artigiani, ed almeno 3.791,98 euro (3.784,54 contributo Ivs più 7,44 contributo maternità) per i commercianti, anche se l’attività è in perdita. Come inviarla a INPS. L’INPS ha chiarito, nel comunicato stampa di oggi, che la scadenza del 18 maggio inclusa nella sospensione dei contributi interessa anche titolari, soci, artigiani e commercianti. La proroga dei contributi del decreto liquidit à e del decreto rilancio non è stata indistintamente concessa a tutti. Gli artigiani e i commercianti che invece superano la soglia dei 50 milioni di euro non hanno diritto alla sospensione dei contributi, a … Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. Coronavirus, sospensione degli adempimenti e dei contributi INPS: le istruzioni per aziende con dipendenti. " class="bg-gray-300 h-8 w-8 text-center rounded-full p-1 cursor-pointer">, Vedi tutta la sezione Risparmio e Investimenti, Contributi sospesi COVID-19: proroga scadenza domanda di rateizzazione. 11. "La Legge per Tutti" è una testata giornalistica fondata dall'avv. Se per un periodo il professionista non fattura, nulla è dovuto all’Inps, anche se potrebbero verificarsi dei problemi in relazione ai contributi da versare in acconto. Considerando eventuali circostanza particolare tipo quella odierna. Cosa scrivere nell’autocertificazione a Capodanno? Vediamo nello specifico cosa dovranno fare artigiani e commercianti per riprendere il versamento della rata INPS sospesa. I contributi sospesi possono essere versati  con un numero di rate triplo rispetto ai mesi di sospensione. In un periodo di crisi come quello attuale, spesso, pagare i contributi per gli imprenditori iscritti alla gestione Inps Artigiani e Commercianti, quel fisso di circa 3.620,00 euro suddiviso in 4 rate, può diventare un salasso enorme che non tutti riescono ad onorare. Contributi Inps novembre: sospensione per zona gialla, arancione e rossa. del Tribunale di Roma N. 84/2018 del 12/04/2018. Oltre alla sospensione dei contributi previdenziali e assistenziali, l'INPS dispone anche lo stop al versamento dei contributi associativi dovuti da artigiani e commercianti: si paga entro giugno. Per i redditi superiori a 46.630 euro annui, l’aliquota aumenta di un punto percentuale; le aliquote contributive sul reddito oltre il minimale, pertanto, risultano determinate come segue: I contributi sul minimale di artigiani e commercianti devono essere versati, utilizzando il modello di pagamento unificato F24, in 4 rate di pari importo, entro le seguenti scadenze (valide per il 2018): I contributi eccedenti il minimale devono essere invece versati entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche: saldo 2017, primo acconto 2018 e secondo acconto 2018. Inps su sospensione dei contributi artigiani e commercianti. La nuova scadenza prevista con la proroga è fissata per il 16 settembre 2020; si attende la pubblicazione del Decreto Rilancio in Gazzetta Ufficiale e la sua conversione in […] L’Inps precisa che la sospensione dell’obbligo del versamento riguarda anche i tributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con scadenza 18 maggio 2020 (I rata contribuzione sul minimale anno 2020) in presenza dei requisiti di cui ai commi da 1 a 5 dell’articolo 18 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23. Non dimentichiamo, in ogni caso, che il Jobs Act del lavoro autonomo [4] prevede, per i liberi professionisti ed i collaboratori, la possibilità di sospendere il versamento dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi in caso di malattia o infortunio grave, che impediscano di svolgere l’attività per un lungo periodo. Cerca nel sito: Logo inps. Contributi artigiani e commercianti, domanda INPS per sospensione e rateizzazione contributi in scadenza il 16 settembre 2020. Contributi artigiani e commercianti, domanda INPS per sospensione e rateizzazione contributi in scadenza il 16 settembre 2020. Money.it è una testata giornalistica a tema economico e finanziario. Crotone, 19 Maggio 2020 • 12:01 . Per non pagare i contributi Artigiani e Commercianti deve, in ogni caso, verificarsi una sospensione totale dell’attività lavorativa, sia di quella operativa, che di quella puramente amministrativa. Watch Queue Queue. Per quanto riguarda artigiani e commercianti, in particolare, i contributi sono dovuti in misura fissa anche se non si è guadagnato nulla nel corso dell’anno, in quanto devono essere calcolati sulla base di un reddito minimale, pari a 15.710 euro per il 2018. Circolare INPS 59 2020: riepilogo istruzioni quasi a tempo scaduto. Inizio Pagina; Aiutaci a migliorare questa pagina Scopri come usare il portale. Vediamo nello specifico cosa dovranno fare artigiani e commercianti per riprendere il versamento della rata INPS sospesa. L’Inps precisa che la sospensione dell’obbligo del versamento riguarda anche i contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con scadenza 18 maggio 2020 (I rata contribuzione sul minimale anno 2020) in presenza dei requisiti di cui ai commi da … Secondo quanto stabilito dall’articolo 97 del decreto Agosto, i contributi sospesi per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2020 devono essere stati pagati in un’unica soluzione o nella misura della prima rata prevista entro il 16 settembre 2020, fermo restando la possibilità di inviare la domanda a INPS entro il 30 ottobre. Sospendere il pagamento dei contributi dovuti all’Inps, considerato il perdurare della crisi, potrebbe rappresentare una boccata d’ossigeno per molte piccole aziende e liberi professionisti; i costi della contribuzione, infatti, sono sempre più pesanti. Contributi novembre di commerciati e artigiani: l’Inps fa chiarezza? Sospensione dei contributi Inps e Inail Covid-19. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Ipsoa Lavoro e previdenza Amministrazione del personale Sospensione e versamento dei contributi: le modalità emanate dall’INPS Dichiarazioni Uniemens - 11 Maggio 2020 Ore 21:19 In un periodo di crisi come quello attuale, spesso, pagare i contributi per gli imprenditori iscritti alla gestione Inps Artigiani e Commercianti, quel fisso di circa 3.620,00 euro suddiviso in 4 rate, può diventare … Contributi Inps novembre: sospensione per zona gialla, arancione e rossa. Circolare INPS 59 2020: riepilogo istruzioni quasi a tempo scaduto. Logo inps. Money.it srl a socio unico (Aut. L’Inps precisa che la sospensione dell’obbligo del versamento riguarda anche i contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con scadenza 18 maggio 2020 (I rata contribuzione sul minimale anno 2020) in presenza dei requisiti di cui ai commi da 1 a 5 dell’articolo 18 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. Per gli iscritti ad altre casse (Avvocati, Consulenti del Lavoro, Commercialisti, etc. L’Inps, considerato l’imminente termine di versamento del 16 novembre 2020, non ha fatto ancora alcuna chiarezza in merito alla poca chiarezza dell’art. SOSPENSIONE CONTRIBUTI INPS MAGGIO 2020 – I BENEFICIARI. L’Inps: sospensione dei contributi anche per artigiani e commercianti. L’Inps precisa che la sospensione dell’obbligo del versamento riguarda anche i contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con scadenza 18 maggio 2020 (I rata contribuzione sul minimale anno 2020) in presenza dei requisiti di cui ai commi da 1 a 5 dell’articolo 18 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. L’Inps precisa che la sospensione dell’obbligo del versamento riguarda anche i contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con scadenza 18 maggio 2020 (I rata contribuzione sul minimale anno 2020) in presenza dei requisiti di cui ai commi da … È possibile richiedere la sospensione del pagamento contributivo INPS, secondo la circolare dell’INPS nr. Il versamento può avvenire in due modi: Il restante 50% dei contributi sospesi per COVID-19 può essere pagato, senza applicazione di sanzioni e interessi, sempre mediante rateizzazione fino a un massimo di 24 rate mensili di pari importo con la prima rata da versare entro il 16 gennaio 2021. 11. Per i contributi sospesi a causa del COVID-19, le aziende, artigiani, commercianti e iscritti alla Gestione separata INPS che vogliano presentare domanda di rateizzazione del pagamento, la scadenza è stata prorogata al 30 ottobre 2020. Contributi INPS Artigiani e Commercianti: è giunta l’ora di versare (al momento non ci sono proroghe) Gli artigiani e i commercianti oltre a versare i contributi fissi saranno chiamati entro il 30 novembre 2020 a pagare il secondo acconto dei contributi eccedenti il minimale. I pagamenti sospesi devono essere effettuati, senza sanzioni e interessi: in unica soluzione entro il 16 marzo 2021; La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v.

Battistero Di Parma Pianta, Juniores Nazionale Girone G, Chihuahua Pelo Lungo Toy, Se Tu Sei Felice Io Sono Felice Frasi, Cultura Dei Persiani, Tristi E Buffi A Un Tempo,